Santa Venera

Santa Venera. La storia dimenticata dei suoi martiri e delle sue acque miracolose.

Domenica 4 settembre, alle 18.30, alla Fondazione “Mazzullo”, è in programma un incontro culturale dal titolo: “S. Venera di Taormina: la storia dimenticata dei suoi martiri e delle sue acque miracolose”. Moderatrice dell’evento sarà Cettina Rizzo, componente del club Unesco di Taormina che organizza l’evento con il supporto dell’associazione “Tra-Ormina Forum”, del movimento “Comidi” di Trappitello e del Circolo “S. Venera” di Acireale. Dopo i saluti di Eligio Giardina (sindaco di Taormina), Alfio Auteri (presidente Fondazione “Mazzullo”), Giuseppe Tindaro Toscano della Zecca (presidente club Unesco di Taormina, Valli d’Alcantara e d’Agrò), Orazio Piro (presidente Circolo “S. Venera” di Acireale), Giuseppe Sterrantino (presidente Comidi di Trappitello) e Alessandro Cardente (presidente “Tra-Ormina Forum”), si passerà all’incontro vero e proprio. I relatori sono: don Giuseppe Guliti (vice cancelliere Arcidiocesi di Catania), Marco Palermo (specializzando in Teologia Spirituale) e Aurelio Grasso (scrittore e storico). “Si tratta di una ricerca storica meticolosa – spiega Giuseppe Tindaro Toscano della Zecca – condotta da don Giuseppe Guliti, Aurelio Grasso e Marco Palermo. La ricerca nasce dal ritrovamento presso l’Archivio storico nazionale di Toledo di un antico manoscritto redatto nel 1608 dall’arciprete di Taormina, monsignor Melchiorre Coniglio, che in una cronaca dettagliata dei fatti accaduti presso l’antica chiesa di S. Venera, consegna alla città di Taormina una pagina inedita della sua storia e crea le premesse per nuovi approfondimenti”. Insomma, si tratta di un incontro culturale di una certa importanza che sicuramente catturerà l’interesse degli studiosi della storia e di quanti amano la città di Taormina”.

Mappa degli Sponsor e Servizi

SEGUICI SU SOCIAL

Segui su Social la nostra Associazione

NEWSLETTER

Iscriviti alla Newsletter del Carnevale di Trappitello!
Non vi preoccupate, noi odiamo lo spam!